Notizie

Il lato economico del cambiamento climatico

Il 21 luglio scorso, Ioane Teitiota ha perso una delle più importanti battaglie legali della sua vita, e forse del mondo intero. La Corte Suprema della Nuova Zelanda ha infatti definitivamente rifiutato la sua richiesta per l’ottenimento dello status di “rifugiato ambientale”. Sarebbe stato il primo caso legale a riconoscere il diritto alla migrazione a causa del cambiamento climatico. Ioane Teitiota vive in Nuova Zelanda dal 2007, ha una moglie e due figli nati in Nuova Zelanda, e ora rischia di essere deportato nel suo Paese d’origine. Si tratta del Kiribati, una minuscola isola del pacifico la cui esistenza è messa a repentaglio dall’innalzamento dei livelli del mare. “Non è sicuro tornare a vivere lì,” ha spiegato davanti ai giudici, che hanno rifiutato la sua richiesta sostenendo che “non esiste un pericolo immediato per la sua vita o quella della sua famiglia.” […]

[continua a leggere su Vice.com]


-- Scarica questo articolo in PDF --



Previous post

Cosa pensa il mondo del cambiamento climatico.

Next post

Porti i rifiuti e in cambio prendi cibo