Numeri-infograficheScopri

Legambiente: le fonti rinnovabili crescono ancora

Prosegue, anche quest’anno, la mappatura dell’energia verde e dell’innovazione nelle reti energetiche italiane a cura di Legambiente.

Il rapporto Comuni Rinnovabili 2015, giunto alla sua decima edizione, è stato realizzato dall’associazione ambientalista italiana con il contributo del Gruppo Asja e in collaborazione con il GSE, ed è stato presentato a Roma alla presenza di esponenti del mondo ambientale, energetico e politico. Nel corso dell’evento, sono stati anche assegnati il premio Comuni Rinnovabili 2015 a Campo Tures (BZ) e i premi Buona Pratica a Forlì e a Celle San Vito (FG).

I dati del rapporto sono utili per conoscere meglio il panorama nazionale.

fonti-rinnovabili-italia-2014

Buone notizie: l’Italia risulta il primo Paese al mondo per contributo del solare (ad aprile 2015 oltre l’11%); oggi gli impianti sono presenti in tutti gli 8.047 Comuni italiani, con una progressione costante (356 nel 2005, 3.190 nel 2007, 6.993 nel 2009, …) e con risultati sempre più importanti di copertura dei fabbisogni elettrici e termici; complessivamente nel 2014 le rinnovabili hanno contribuito a soddisfare il 38,2% dei consumi elettrici complessivi (nel 2005 si era al 15,4) e il 16% dei consumi energetici finali (quando nel 2005 eravamo al 5,3%). Era sbagliata dunque, la tesi secondo cui queste fonti avrebbero sempre e comunque avuto un ruolo marginale nel sistema energetico italiano.

Cattive notizie: mancano regole chiare, certe, stabili nel tempo, che – soprattutto – siano coerenti con un preciso disegno di politica energetica di lungo periodo. Senza tutto ciò, gli operatori nazionali ed esteri avranno difficoltà a investire nel nostro Paese. Tanto che – è uno dei dati emersi dal rapporto – i ritmi di crescita sono  molto inferiori rispetto al passato.

Maggiori informazioni sul sito web di Legambiente.


-- Scarica questo articolo in PDF --



Previous post

Quote fisse: il lato oscuro dell'agenda europea

Next post

FOOD 4 - Geografie del Cibo

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *