Documenti

Investire nell’agricoltura nei PVS: il mondo intero dice “Sì”, ma l’OMC dice “No”

Questo post è disponibile anche in: Inglese

di Deborah James

Agricoltori, attivisti per lo sviluppo e sostenitori della sicurezza alimentare concordano sulla necessità di sistemi alimentari locali basati sull’agro-ecologia resiliente, al fine di garantire il diritto al cibo.

Permane, purtroppo, un vincolo internazionale verso il raggiungimento di questo obiettivo: le regole globali che di fatto governano l’agricoltura – non solo il commercio, ma anche la produzione domestica – sono stabilite dall’ Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), e sono kassolutamente ingiuste e superate.

Ma per fortuna ora, per la prima volta da vent’anni, abbiamo la possibilità di cambiare le regole che da sole costituiscono l’aspetto più dannoso dell’OMC: ovvero quelle che proibiscono ai Paesi in via di sviluppo di investire nei propri agricoltori.

 

Il documento integrale

 


-- Scarica questo articolo in PDF --



Previous post

Agricoltura e green economy: una storia d'amore

Next post

COME SCHIAVI IN LIBERTÀ - Fotografie in mostra a Expo dei Popoli