AppuntamentiPress

Expo dei Popoli: gli ospiti della terza giornata

Il forum internazionale Expo dei Popoli chiude in bellezza: la terza giornata alla Fabbrica del Vapore vedrà la partecipazione di ospiti nazionali e internazionali, e si completerà con la presentazione del documento conclusivo.

Dalle 10:00 alle 12:00 si terrà, presso il Main Hall, la conferenza riservata ai partecipanti.

Alle 14:15 inizierà la terza plenaria aperta al pubblico. Apriranno i lavori Giuseppe De Santis e Silvia Stilli (Comitato Expo dei Popoli, Italia).

Giuseppe è Programme Officer del programma Sicurezza e Sovranità Alimentare della fondazione ACRA. Agronomo eterodosso da vent’anni e food attivista, ha collaborato ed ideato pratiche e campagne di comunicazione volte ad innovare il paradigma alimentare dominante. Professionalmente si occupa dei temi relativi al cambiamento climatico e alle policies legate all’accesso delle risorse in agricoltura. Collabora ad “animare” la riflessione e le sperimentazione di pratiche legate all’economia solidale in Italia e in Europa.silvia-stilli

Silvia è, dal 27 settembre 2013, la portavoce dell’Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI), la più grande rappresentanza del settore in Italia. Dalla fine del 2011 fino alla nascita della nuova AOI è stata Vicepresidente dell’Associazione Ong Italiane. È da sei anni Direttore di ARCS, ong della più grande associazione di promozione sociale italiana e attualmente è anche portavoce della Piattaforma delle Ong Italiane in Medio Oriente e nel Mediterraneo.

ibrahima-coulibalySuccessivamente, è previsto l’intervento di Ibrahima Coulibaly (CNOP, Mali) sul tema della  “Sovranità alimentare come progetto politico”. Ibrahima è un sindacalista contadino Maliano, fondatore del Coordinamento Nazionale delle Organizzazioni Contadine del Mali (CNOP). È fortemente coinvolto nella costituzione del nuovo diritto agrario in Mali e ha lavorato affinché vi fosse riconosciuto il diritto alla sovranità alimentare. Partigiano dell’agricoltura contadina e familiare, Coulibaly si oppone all’uso di organismi geneticamente modificati (OGM) in agricoltura. Egli è anche un membro del Comitato Regionale di ROPPA (Rete delle organizzazioni contadine professionali in Africa occidentale).

La presentazione del documento conclusivo vedrà la partecipazione di  Rodolfo Gonzalez Greco (CLOC, Argentina), Jan Douwe van der Ploeg (Univeristy of Wageningen, Paesi Bassi), Maryam Rahmanian (Cenesta, Iran) e Judith Hitchman (Urgenci, International Community Supported Agriculture Network).

Rodolfo è un attivista urbano argentino e un contadino. È un militante del Movimento Nazionale Contadino e Indigeno dell’Argentina. È membro del Segretariato Internazionale del CLOC – La Via Campesina. Attualmente fa parte della segreteria operativa dell’Alleanza per la Sovranità Alimentare in America Latina e Caraibi (CIP).

Jan è attualmente titolare della cattedra di Processi di Transizione presso l’Università di Wageningen, dove ha sviluppato con i suoi colleghi un nuovo approccio teorico che ha permesso di capire l’impressionante e multi-dimensionale eterogeneità dell’agricoltura europea – concettualizzato in termini modalità di coltivazione. In precedenza è stato titolare della cattedra di Sociologia Rurale. È stato membro, per otto anni, del Consiglio per le Aree Rurali.

rahmanian_m_320x480_hbMaryam lavora insieme ad agricoltori e allevatori per attuare un programma nazionale sul Plant Breeding partecipativo in Iran, un’iniziativa del Centro per lo sviluppo sostenibile e l’ambiente (CENESTA), un’ONG iraniana, dove è stata Research Associate dal 2001. È stata responsabile regionale del Comitato internazionale di pianificazione per la Sovranità Alimentare tra il 2002 e il 2012. Ha ricoperto la posizione di Vice presidente del Direttivo del Gruppo di Esperti di Alto Livello sulla Sicurezza Alimentare e la Nutrizione del Comitato sulla Sicurezza Alimentare Mondiale, dal 2010 al 2015.

judith-GOOD-ECONOMYAdvocacy officer della rete internazionale CSA URGENCI (International Community Supported Agriculture Network), Judith è molto attiva nel portare la causa di CSA nelle arene internazionali, tra attivisti per la Sovranità Alimentare e per l’Economia Solidale. Dal 2011 – tra le sue numerose attività – ha anche rappresentato URGENCI presso il Meccanismo della Società Civile per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO). Ha preso posizione su una serie di questioni che sono importanti per i produttori e consumatori CSA di tutto il mondo.

La chiusura dei lavori sarà affidata a Chiara Pirovano (Comitato Expo dei Popoli, Italia) e Marta Benavides (Global Call to Action Against Poverty – GCAP).

Chiara lavora da più di venti anni per WWF Italia, dove attualmente si occupa di programmazione e di progetti inerenti il rapporto tra le società, il territorio e la natura. Nel 2011 ha fatto parte del gruppo promotore del Comitato “Expo dei Popoli”, partecipando al lungo percorso che ha portato alla realizzazione del Forum dei Popoli e credendo in modo prioritario alla sinergia della società civile orientata al raggiungimento di risultati comuni.

Marta è un’attivista, teologa, ecologista e educatrice di El Salvador. È una delle sei salvadoregne onorate dal Movimento Internazionale delle Donne nel gruppo selezionato di 1’000 donne per il Premio Nobel per la Pace nel 2005 e ha ricevuto, nel 2003, il Premio delle Nazioni Unite per la creatività delle donne nella vita rurale. È stata rieletta per un secondo mandato come co-presidente GCAP all’Assemblea Globale del 2013.

Schermata 2015-06-05 alle 01.12.15


 

Siete tutti invitati, per rispondere – insieme ai rappresentati di oltre cinquanta Paesi di tutto il mondo – alla sfida di “Nutrire il Pianeta”, applicando i principi della Sovranità Alimentare e della Giustizia Ambientale.

Leggi il nostro manifesto


-- Scarica questo articolo in PDF --



Previous post

Carlo Petrini: «Il libero mercato? Un pollaio pieno di volpi»

Next post

Vita - Carlo Petrini a Expo dei Popoli: “Contadini sotto schiaffo del libero mercato”