Iniziative locali

Modena per la sovranità alimentare – 24 maggio 2015

È possibile oggi nutrire Modena rispettando i principi della Sovranità alimentare? Quali le sfide per il territorio e i suoi abitanti?

Riflessioni e proposte dal mondo della piccola agricoltura biologica e dell’economia solidale

24 maggio 2015, ore 10.00, presso la Fattoria Centofiori – Sala LEA
Strada Pomposiana 292 Marzaglia (Mo)

Per la costruzione di un documento da portare a Expo dei Popoli (il forum internazionale della società civile e dei movimenti contadini: Milano, 3-5 giugno 2015, Fabbrica del vapore) sono invitati a partecipare quanti avranno idee, buone pratiche o progetti da condividere!

Durante la giornata alla Fattoria Centofiori visite all’azienda agricola, laboratori per adulti e bambini, spaccio aziendale BIO e BIOAGRITURISMO.
Per informazioni: www.facebook.com/fattoriacentofiori

10,00 – Saluti istituzionali Giulio Guerzoni Assessore allo Sport, Politiche giovanili, Ambiente, Politiche energetiche e Servizi civili, Protezione civile e Volontariato
10,15 –
Workshop partecipativo: Modena risponde alla sfida di “Nutrire il Pianeta” secondo i principi della sovranità alimentare e della giustizia ambientale
13,00 -14,30
-PausaPranzo
14,30 – Tavola rotonda: “Buone pratiche, progetti, idee”
Az. Agricola il Tiè
Ortaggi e allevamento secondo natura. I motivi di un cambiamento radicale e l’esperienza di questi sei anni di attività
GasMo/Miogas Il sostegno dei GAS alla Sovranità Alimentare
Giorgia Gandolfi, Associazione Rinascere Grani antichi e grano moderno. Differenze nutrizionali e impatto sulla salute
GasLow Nonantola Agricoltura sociale e solidale. Idee per il futuro
Alberto Venturini , Cascina Bagaggera (Rovagnate, LC) Spiga & Madia. Un progetto a sostegno di un’agricoltura di territorio
Andrea Testoni Piccolo laboratorio interattivo sulla differenza organolettica tra prodotti biologici e convenzionali
Az. Agricola Cenacchi Virgo: un progetto di tripartizione sociale
Irene Valbonesi, associazione incontrArti Spazio Erre: alias magazzino di scarti creativi. Un circolo virtuoso al servizio dell’ambiente, dei cittadini e della creatività
 Anna Maria Agnano Voler cambiare. Perché il cambiamento può essere difficile o complicato?La mente“umana”tra razionale e emozionale
Franco Vecchi, DESMo E ora tocca a noi! La rete dell’Economia Solidale: dalla legge regionale sull’ES al progetto “La terra in Buone Mani”

-- Scarica questo articolo in PDF --



Previous post

Cibo: gli italiani lo vogliono bio

Next post

Genova, dalle geografie della terra al piatto - 26 maggio 2015

Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *