Appuntamenti

Expo dei Popoli: gli ospiti della prima giornata

Ci siamo, è giunto il momento di Expo dei Popoli: l’hashtag sui Social Media è #PeoplesExpo.

Il forum internazionale della società civile e dei movimenti contadini, che si svolge aMilano in Fabbrica del Vapore, darà voce a tutti coloro che vogliono vedere finalmente riconosciuti e garantiti il diritto a un’alimentazione adeguata e un uso equo e sostenibile delle risorse naturali.

Numerosi gli ospiti che interverranno già durante la prima giornata (il programma completo).

Apriranno i lavori Giosuè De Salvo (Comitato Expo dei Popoli, Italia), Hanny Van Geel (Coordinamento europeo La Via Campesina, Olanda) e Raffaella Scalisi (Direttore Relazioni Internazionali – Città di Milano)

Giosuè è dal 2010 è capo area advocacy dell’ong Mani Tese, ONG italiana che lotta contro povertà e ingiustizia globale. È coordinatore della campagna “Food for World – dalla Sicurezza alla Sovranità Alimentare” e dal 2012 portavoce del Comitato per l’Expo dei Popoli. Laureato in Economia e con un Master in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, dal 2002 al 2004 ha lavorato in Lila Cedius, dove si è occupato di progetti di cooperazione e accesso ai farmaci essenziali.

Hanny, membro del Comitato di Coordinamento del Coordinamento Europeo Via Campesina fin dal 2012, è ex-presidente della Nederlandse Akkerbouw Vakbond, un’organizzazione contadina che ha l’obiettivo di ottenere redditi ragionevoli per i contadini e le contadine nel breve e nel lungo periodo, di negoziare con il governo e di condividere competenze. Attualmente è parte del comitato direttivo del Voedsel Anders Netwerk Netherlands  ed è contadina biologica e cuoca di cibo locale nel Lokaal-B a Breda, nei Paesi Bassi.

Raffaella, nata a Torino nel 1973, è un’esperta in Relazioni Internazionali e autorità locali. Ha coordinato gli Affari Internazionali del Comune di Torino durante iniziative come la XX edizione dei Giochi Olimpici Invernali, Torino Capitale Mondiale UNESCO del Libro 2006-07 e il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia 2011. Da aprile 2014 è Direttore delle Relazioni Internazionali della Comune di Milano, con responsabilità diretta sulle relazioni internazionali istituzionali, la cooperazione internazionale e sui progetti europei.

Jorge-Stanley-IcazaSubito dopo, toccherà a Jorge Stanley Icaza, che parlerà di come “Denunciare e contrastare Land e Water Grabbing”. Membro del Consiglio internazionale del Trattato indigeno, è un indigeno della Nazione Kuna, a Panama. È membro del Trattato del Consiglio Nazionale Indiano (IITC), un’organizzazione di popoli indigeni dell’America Centrale, del Nord e del Sud, dei Caraibi e del Pacifico che lavora per la sovranità e l’autodeterminazione dei Popoli Indigeni e il riconoscimento e la protezione dei diritti, dei trattati, delle culture tradizionali e delle terre sacre degli Indigeni. Attualmente è facilitatore del Comitato Internazionale per la Sovranità Alimentare e dell’Alleanza per la Sovranità Alimentare in America Latina e nei Caraibi, poeta contadino.

L’intervento di Maria Noel Salgado (Movimento AgroEcologico Latino Americano, Uruguay) sarà focalizzato su “Promuovere l’agroecologia e respingere la sua cooptazione da parte del food-system industriale”.

euclides-mance

Euclides André Mance, nato a Mogi das Cruzes (Brasile), nel 1963, si occuperà del tema “Costruire mercati stabili e solidali privilegiando economie e commerci locali”. Laureato in Filosofia presso l’università Federale del Paraná, ha lavorato nel Governo Lula come consulente dell’UNESCO e della FAO in progetti di sviluppo locale. È responsabile del portale www.solidarius.net, che fornisce strumenti di tecnologia informatica per reti di economia solidale, da lui stesso pensati e sviluppati. Da più di dieci anni, Mance contribuisce all’organizzazione di reti solidali in diverse regioni del Brasile e ha collaborato a livello internazionale alla riflessione sul tema, intervenendo come facilitatore e relatore in eventi civili o istituzionali in differenti paesi. Tra i suoi lavori pubblicati: La rivoluzione delle reti (1999); “Die solidarische Zusammenarbeit als eine Alternative zur kapitalistischen Globalisierung” (in: Raúl FORNET-BETANCOURT [org]. Kapitalistische Globalisierung und Befreiung, Frankfurt, IKO-Verlag, 2000); Reti di Collaborazione Solidale (2002), Come Organizzare Reti Solidali (2003), Fame Zero ed Economia Solidale (2004), Costellazione Solidarius (2008)

isabelle saint germainIsabelle Saint Germain (Equiterre, Quebec) ci parlerà, invece, di “Costruire reti alternative del cibo e Food Council”. Laureata in biologia, è responsabile di tutti i progetti dimostrativi ed educativi di Equiterre, in cui lavora dal 1998: organizza e sviluppa campagne di sensibilizzazione e progetti pilota in ambito ambientale. Si occupa anche dell’organizzazione di conferenze internazionali e del fund-raising. Isabelle è specializzata nelle catene di distribuzione alimentare brevi – della relazione diretta tra produttori e consumatori – una competenza che ha applicato nel suo lavoro nella community supported agriculture (CSA) e nel commercio equo. È anche una assidua ciclista e un attivista del trasporto sostenibile.

TristramChiuderà la prima parte della giornata, con uno speech da titolo “Supportare un consumo sostenibile”, il britannico (nato nel 1977 a Londra) Tristram Stuart. Scrittore, storico e attivista, ha fondato Feedback, un’organizzazione ambientalista che opera per porre fine allo spreco di cibo a tutti i livelli del sistema alimentare. Alcune campagne ed eventi – inclusi “Feeding the 5000” (cinquemila pasti di qualità, che sarebbero stati buttati, venivano donati in beneficienza), “The Gleaning Network UK/EU” e “The Pig Idea”- sono state lanciare con partner come lo United Nations Environment Programme (UNEP) e l’Unione Europea. Tristram è una figura poliedrica, che collabora con giornali, radio e televisioni in UK, USA ed Europa. Nel maggio 2012 ha presentato un TED talk dal titolo “The Global Food Waste Scandal”, che ha superato il milione di visualizzazioni. Insegna lingua inglese presso il Trinity Hall di Cambridge, è un esploratore del National Geographic e uno Young Global Leader del World Economic Forum. Le sue principali pubblicazioni sono The Bloodless Revolution: Radical Vegetarians and the Discovery of India (Harper Collins Ltd, 2006) e Waste: Uncovering the Global Food Scandal (Penguin, 2009; W.W. Norton, 2009), tradotto in diverse lingue e vincitore dello IACP Cookbook Award.

Dalle 14:30 alle 18:00, attraverso lo Speakers’ CornerExpo dei Popoli fornirà una tribuna a disposizione di tutti – previa registrazione – per intervenire sui temi relativi al forum. Sia la sessione mattutina, sia quella pomeridiana saranno disponibili in diretta streaming sul nostro canale YouTube.


-- Scarica questo articolo in PDF --



Previous post

COME SCHIAVI IN LIBERTÀ - Fotografie in mostra a Expo dei Popoli

Next post

Ansa: A Milano l' "altra Expo", colmiamo vuoto